Castagna 2018 LA TORRETTA

Home » Castagna 2018 LA TORRETTA

ANNATA:

2018

PRODUTTORE:

La Torretta

PUNTEGGIO:

89

NAZIONE:

Italia

REGIONE:

Lazio

FILOSOFIA PRODUTTIVA:

Biodinamico

COLORE:

Bianco

TIPOLOGIA:

Secco

DENOMINAZIONE:

Igt

FORMATO BOTTIGLIA (L):

0,750

GRADAZIONE (%):

13.5

PREZZO:

15

UVE:

Trebbiano 60%, Malvasia 40%

Luca

DEGUSTAZIONE:

Scintillante veste oro. Lettura olfattiva entusiasmante: è intenso e minuzioso di frutta a pasta gialla, fiori di campo e fieno odoroso, miele di castagno e iodio, inverdito da una cascata di ricordi di erbe aromatiche. Bocca spalluta, ha freschezza controllata e un’accelerazione sapida che ti fa dimenticare il gran peso gustativo. Chiude lungo e piacevolmente ammandorlato.

ABBINAMENTO:

Orata al forno con pomodorini e olive

ANNATA:

2018

PRODUTTORE:

La Torretta

PUNTEGGIO:

89

NAZIONE:

Italia

REGIONE:

Lazio

FILOSOFIA PRODUTTIVA:

Biodinamico

COLORE:

Bianco

TIPOLOGIA:

Secco

DENOMINAZIONE:

Igt

FORMATO BOTTIGLIA (L):

0,750

GRADAZIONE (%):

13.5

PREZZO: 

15

UVE:

Trebbiano 60%, Malvasia 40%

Icona Luca Grippo 100

DEGUSTAZIONE:

Scintillante veste oro. Lettura olfattiva entusiasmante: è intenso e minuzioso di frutta a pasta gialla, fiori di campo e fieno odoroso, miele di castagno e iodio, inverdito da una cascata di ricordi di erbe aromatiche. Bocca spalluta, ha freschezza controllata e un’accelerazione sapida che ti fa dimenticare il gran peso gustativo. Chiude lungo e piacevolmente ammandorlato.

ABBINAMENTO:

Orata al forno con pomodorini e olive

MATURAZIONE

12 mesi botti castagno

Icona Temperatura

TEMPERATURA

11° C

Bicchiere Bianco

BICCHIERE

Bianco

QUANDO BERE

dal 2021

Il chiaro di luna si distende sul parabrezza della mia auto, lanciandomi la sua luce d’incanto. Mi sembra di viaggiare all’aria aperta seguendo i suoi raggi che mi indicano la strada verso casa. Vorrei fermarmi e percorrere i sentieri del bosco che sto attraversando, come un lupo nella notte, fino a vedere sorgere il sole.

La luna è piena e d’oro, ed è bellissima, fuori c’è un dolce silenzio. Il mio cuore si fa trasportare dai bei ricordi che ho appena vissuto e da quelli delle preziose scoperte fatte con il vino e nel vino, un nettare che disegna nell’anima orizzonti sempre inaspettati.

La biodinamica è uno di essi, nata come non scienza agronomica anti-mondana, ed oggi curiosamente al centro del dibattito salottiero tra gli appassionati, che le stanno facendo così perdere quell’originalità che ho sempre adorato.

Grazie all’amica @saulagiusto ho scoperto la cantina di Riccardo Magno, dove biodinamica e vinnaturismo vanno a braccetto senza fanatismi. Nel calice un vino da Trebbiano e Malvasia che è una mirabile fotografia del terroir del Vulcano Laziale di Grottaferrata, che mi colpisce doppiamente regalandomi tanta sincerità espressiva.

WEB SITE
GALLERY
ULTIMI POST
2021-07-25T18:30:30+01:00
Torna in cima