ANNATA:

2019

PRODUTTORE:

Ottaviano Lambruschi

PUNTEGGIO:

90

NAZIONE:

Italia

REGIONE:

Liguria

FILOSOFIA PRODUTTIVA:

Convenzionale

COLORE:

Bianco

TIPOLOGIA:

Secco

DENOMINAZIONE:

Doc

FORMATO BOTTIGLIA (L):

0,750

GRADAZIONE (%):

13.5

PREZZO:

18

UVE:

Vermentino 100%

DEGUSTAZIONE:

Manto paglierino traslucido. I terreni altamente minerali mettono le ali a profumi di selce e pietra, timo e salvia, ribes bianco, albicocca e iodio, arricchiti da una generosa ventata di zucchero a velo. La bocca adeguatamente calda e rispondente innerva di lauta sapidità la solida struttura, che richiama senza veli note d’erbe aromatiche e nuance di frutta secca. Lunga la persistenza.

ABBINAMENTO:

Scampi e cicale di mare al guazzetto

ANNATA:

2019

PRODUTTORE:

Ottaviano Lambruschi

PUNTEGGIO:

90

NAZIONE:

Italia

REGIONE:

Liguria

FILOSOFIA PRODUTTIVA:

Convenzionale

COLORE:

Bianco

TIPOLOGIA:

Secco

DENOMINAZIONE:

Doc

FORMATO BOTTIGLIA (L):

0,750

GRADAZIONE (%):

13.5

PREZZO: 

18

UVE:

Vermentino 100%

DEGUSTAZIONE:

Manto paglierino traslucido. I terreni altamente minerali mettono le ali a profumi di selce e pietra, timo e salvia, ribes bianco, albicocca e iodio, arricchiti da una generosa ventata di zucchero a velo. La bocca adeguatamente calda e rispondente innerva di lauta sapidità la solida struttura, che richiama senza veli note d’erbe aromatiche e nuance di frutta secca. Lunga la persistenza.

ABBINAMENTO:

Scampi e cicale di mare al guazzetto

MATURAZIONE

Inox

TEMPERATURA

11° C

BICCHIERE

Bianco

QUANDO BERE

dal 2021

Anche oggi un vento algido di tramontana soffia forte su Castelnuovo Magra, su una terra vicina all’acqua, selvatica e garbata, dove il sole limpido e caldo permette di guardare fin verso il mare. L’atmosfera è impalpabile, delicata, e la costa spezzina appare ancor più azzurra del solito vista dalla Lunigiana. Siamo nei Colli di Luni, ultimo lembo della Liguria di levante, nel cru dell’azienda dei Lambruschi così detto il Maggiore, perché il più alto; una vigna letteralmente strappata al bosco che si nutre da terreni forti, intrisi di scisto rosso e ferro. Qui nei Settanta Ottaviano realizzò il suo sogno di viticoltore scappando dall’industria all’agricoltura, un caso rarissimo per l’epoca, ed oggi è suo figlio Fabio al timone d’azienda, che da navigante provetto asseconda la natura per ottenere Vermentini di complessità e purezza straordinaria.

WEB SITE
ULTIMI POST
2021-05-02T20:47:12+01:00
Go to Top