La Quadratura del Cerchio 2015 ROBERTO CIPRESSO

Home » La Quadratura del Cerchio 2015 ROBERTO CIPRESSO

ANNATA:

2015

PRODUTTORE:

Roberto Cipresso

PUNTEGGIO:

95

NAZIONE:

Italia

REGIONE:

Toscana

FILOSOFIA PRODUTTIVA:

Ecosostenibile

COLORE:

Rosso

TIPOLOGIA:

Secco

DENOMINAZIONE:

Igt

FORMATO BOTTIGLIA (L):

0,750

GRADAZIONE (%):

14.5

PREZZO:

25

UVE:

Sangiovese 50%, Montepulciano 25%, Sagrantino 25%

Luca

DEGUSTAZIONE:

Colore di impressionante concentrazione. Il naso è raffinato, ricco di pimpanti sensazioni floreali, frutta rossa e nera, pepe, salamoia, tabacco al mentolo. Energico e ben rispondente, sfodera morbidezza sinuosa e tannini abbondanti quanto vellutati. Freschezza senza cedimenti e struttura compatta lasciano presagire grande potenziale evolutivo.

ABBINAMENTO:

Pernici farcite bardate di lardo

ANNATA:

2015

PRODUTTORE:

Roberto Cipresso

PUNTEGGIO:

95

NAZIONE:

Italia

REGIONE:

Toscana

FILOSOFIA PRODUTTIVA:

Ecosostenibile

COLORE:

Rosso

TIPOLOGIA:

Secco

DENOMINAZIONE:

Igt

FORMATO BOTTIGLIA (L):

0,750

GRADAZIONE (%):

14.5

PREZZO: 

25

UVE:

Sangiovese 50%, Montepulciano 25%, Sagrantino 25%

Icona Luca Grippo 100

DEGUSTAZIONE:

Colore di impressionante concentrazione. Il naso è raffinato, ricco di pimpanti sensazioni floreali, frutta rossa e nera, pepe, salamoia, tabacco al mentolo. Energico e ben rispondente, sfodera morbidezza sinuosa e tannini abbondanti quanto vellutati. Freschezza senza cedimenti e struttura compatta lasciano presagire grande potenziale evolutivo.

ABBINAMENTO:

Pernici farcite bardate di lardo

MATURAZIONE

24 mesi barrique

Icona Temperatura

TEMPERATURA

18° C

Bicchiere Grande

BICCHIERE

Grande

QUANDO BERE

dal 2021

Un timido sole pomeridiano scalda l’aria fresca che penetra nella mia stanza. Tra le mani ho un libro di grande bellezza enologica e filosofica, ci sprofondo con passione. Si tratta di uno dei romanzi che ha scritto Roberto Cipresso, tra i pochi enologi che conosco, rimasto negli anni coerente e puntuale con il suo credo.

Mentre svanisce il calore del giorno, la lettura mi sazia ancora di più se sorseggio “La Quadratura del Cerchio”: un suo vino di spessore che è anch’esso pura filosofia, con l’intrigante idea di toccare tre terre in un unico “flusso” di degustazione. Dopo anni di ricerca e collaborazioni nel mondo, Roberto ha creato questa etichetta che è sintesi di esperienza e stile; le uve nascono sulla geografia immaginaria del 43° Parallelo Nord, che tocca territori antichi per la vite come la Georgia, luoghi di grande sacralità come Medjugorje o Santiago de Compostela e giunge fino all’Oregon, nuova frontiera americana. Ma è nel passaggio sull’Italia che il 43° Parallelo abbraccia zone di inestimabile vocazione vinicola come la Toscana, l’Umbria e le Marche, e più precisamente dalla Val d’Orcia, Spello e San Benedetto del Tronto provengono le uve di Sangiovese, Sagrantino e Montepulciano che creano il blend. Il rosso appare come la naturale emanazione di un’arte enologica fuori dal comune, che rischia solo di farmi perdere il segno di lettura per quanto è coinvolgente.

WEB SITE
ULTIMI POST
2021-06-28T20:06:04+01:00
Torna in cima