ANNATA:

2019

PRODUTTORE:

Emanuele Ranchella

PUNTEGGIO:

93

NAZIONE:

Italia

REGIONE:

Lazio

FILOSOFIA PRODUTTIVA:

Convenzionale

COLORE:

Bianco

TIPOLOGIA:

Secco

DENOMINAZIONE:

Igt

FORMATO BOTTIGLIA (L):

0,750

GRADAZIONE (%):

12.5

PREZZO:

14

UVE:

Trebbiano Verde 100%

DEGUSTAZIONE:

La vigna, che gode di una sorgente naturale, si affaccia sull’antica Villa di Opiniano, del I sec. a. C. Un posto suggestivo a 50 metri dalle catacombe ad Decimum, sito archeologico che ospita una grotta, parte di un acquedotto della Roma Antica. La terra di matrice vulcanica regala un vino dalla veste oro zecchino. Una meravigliosa nota floreale prelude ad un cesto di frutta estiva a polpa gialla, miele di corbezzolo, un filo d’anice, agrumi e bel respiro minerale. Con la furia castellana tira fuori grintosa freschezza e tipica sapidità, in un contesto di assoluta rispondenza d’aromi. Bellissimo e lungo il finale.

ABBINAMENTO:

ravioli di baccalà su crema di ceci

ANNATA:

2019

PRODUTTORE:

Emanuele Ranchella

PUNTEGGIO:

93

NAZIONE:

Italia

REGIONE:

Lazio

FILOSOFIA PRODUTTIVA:

Convenzionale

COLORE:

Bianco

TIPOLOGIA:

Secco

DENOMINAZIONE:

Igt

FORMATO BOTTIGLIA (L):

0,750

GRADAZIONE (%):

12.5

PREZZO: 

14

UVE:

Trebbiano Verde 100%

DEGUSTAZIONE:

La vigna, che gode di una sorgente naturale, si affaccia sull’antica Villa di Opiniano, del I sec. a. C. Un posto suggestivo a 50 metri dalle catacombe ad Decimum, sito archeologico che ospita una grotta, parte di un acquedotto della Roma Antica. La terra di matrice vulcanica regala un vino dalla veste oro zecchino. Una meravigliosa nota floreale prelude ad un cesto di frutta estiva a polpa gialla, miele di corbezzolo, un filo d’anice, agrumi e bel respiro minerale. Con la furia castellana tira fuori grintosa freschezza e tipica sapidità, in un contesto di assoluta rispondenza d’aromi. Bellissimo e lungo il finale.

ABBINAMENTO:

ravioli di baccalà su crema di ceci

MATURAZIONE

9m. inox

TEMPERATURA

11° C

BICCHIERE

Bianco

QUANDO BERE

dal 2021

La primavera porta con sé profumi meravigliosi e con essi quelli dell’amicizia. In questa idea di profumi colloco il mio affiatamento con alcuni produttori vitivinicoli che resta saldo, e anzi si rafforza ancor di più in momenti di torpore come quello che stiamo vivendo. Se le cose circostanti sembra che vadano male per il vino italiano, questo non accade per la vite che se ne infischia del negativo e prosegue la sua marcia trionfante, dandomi ancora una volta la possibilità di riflettere sul presente e sul futuro della nostra esistenza.

La vigna va curata, lavorata, vissuta, e in questo il mio amico Emanuele Ranchella è un vero maestro in quel di Grottaferrata, alle porte della Capitale; quando lo osservo in campo accarezzare la Malvasia Puntinata o il Trebbiano Verde, resto colpito da quanta simbiosi ci sia tra la sua terra e le sue virtù di vinaiolo d’antan, dove la fortuna dell’uno sembra dipendere da quella dell’altro. Lo ascolto poi parlare in termini entusiastici del complesso recupero di varietà semi estinte, per la sensibilità ad alcune malattie, come il Trebbiano Verde, e non posso che rallegrarmi di essergli amico e mi sento vicino alla causa di un uomo che si adopera per il bene dei vini dei Castelli Romani, ancora intenti a recuperare anni e anni di oblio produttivo.

WEB SITE
ULTIMI POST
2021-06-18T02:18:18+01:00
Go to Top